Il Carmagnolese

Domenica 29 Marzo 2020
Il centro giovani di Ceresole d'Alba Strike Up non si ferma.
Strike Up non si ferma
Strike Up non si ferma

Il centro giovani Strike Up di Ceresole d'Alba non si ferma e lancia un'iniziativa per rimanere connesso con i suoi ragazzi.

Vista l’impossibilità di condividere spazi, pensieri e momenti di persona, gli educatori dell’Associazione Roero Langhemare (Mara, Davide, Luca) hanno coinvolto il gruppo di ragazzi delle superiori che frequenta solitamente il centro in video incontri settimanali.

Gli incontri virtuali si svolgono sulla piattaforma "Zoom" e sono un momento di ritrovo in cui parlare di sé e condividere le emozioni, e le preoccupazioni, suscitate in questo momento delicato. In particolare si sta portando avanti, anche se a distanza, il progetto "Good Vibration" promosso dal comune di Ceresole d'Alba, con il contributo della Regione Piemonte.

Il progetto che rientra nelle politiche di prevenzione sociali e lavora su diverse aree tematiche quali benessere, abuso di sostanze, dipendenza dal gioco e utilizzo critico delle nuove tecnologie.

Nonostante le difficoltà nel gestire gli incontri con i ragazzi in video chat, gli educatori stanno cercando di imparare a relazionarsi con gli strumenti tecnologici che ognuno ha a disposizione (pc, microfono, web cam e connessione ad internet).

Per rimanere informati sul altre iniziative visitare il sito.



Scarica l'App Community Smart sul tuo telefono per leggere altre notizie locali come questa.
Redazione
Condividi: