Provincia Granda

Venerdì 16 Novembre 2018
Dai talenti mondiali della classica a Gegè Telesforo, eventi da novembre a giugno
Presentata la Stagione concertistica della città di Mondovì
Presentata la Stagione concertistica della città di Mondovì

MONDOVÌ - (m.g.) - Mesi di grande musica. Classica, ma non solo. Anche quest’anno MondovìMusica ci ha preso gusto e si concede escursioni in altri campi musicali: dal pop al jazz di qualità. Undici appuntamenti tra novembre e giugno, che diventano quindici se si aggiungono quelli della Stagione Off, per un cartellone che vedrà tra i protagonisti Gegè Telesforo, voce nota al grande pubblico per le sue apparizioni in televisione e alla radio (ha collaborato per molti anni con Renzo Arbore), e Francesco Corti, uno dei solisti di musica antica più apprezzati al mondo.

La presentazione in Comune

È stata presentata ufficialmente mercoledì mattina in Comune la Stagione concertistica della città di Mondovì, rassegna organizzata dall’Academia Montis Regalis in collaborazione con il Comune di Mondovì. «Un programma che ricalca quello dello scorso anno - hanno spiegato il direttore dell’Academia, Maurizio Fornero, ed il musicologo Dino Bosco -, compresi i concerti off più “nazional-popolari”. Un programma vario e versatile, senza mai rinunciare alla qualità». «La stagione è il preludio ad un importante rilancio dell’Academia, con altre novità e grandi nomi che verranno annunciati presto»: queste le parole del padrone di casa, il vice-sindaco Luca Olivieri. Conferme in tal senso arrivano dal direttore Fornero: «L’Academia è in una fase di trasformazione: avremo cambiamenti che garantiranno un rilancio, sia a livello di attività nella città che a livello internazionale». Fornero e Bosco hanno poi concluso la conferenza con un importante invito: «Dobbiamo abituare i giovani, i ragazzi, i bambini, ad andare ad ascoltare i concerti dal vivo».

Le sedi, pure un concerto accanto al dipinto di Kandinskij

Tra le conferme della stagione i pomeriggi con la musica, con alcuni degli eventi che, visto il successo della scorsa edizione, sono stati programmati il sabato pomeriggio (alle 17.30). E tornano anche le location diffuse, al di fuori degli spazi tradizionali della musica barocca. Grande novità di quest’anno è la scelta di ambientare alcuni concerti nelle splendide sale del Museo della ceramica di Piazza. Curiosità: il prossimo 1° dicembre il violinista Francesco D’Orazio si esibirà proprio accanto al dipinto di Kandinskij in mostra da metà novembre: un concerto davvero da non perdere per le persone sensibili all’arte in genere. Tra le altre sedi scelte, la Chiesa della Missione e il Teatro Baretti. Proprio al Baretti, il 22 febbraio 2019, ecco l’attesissimo SoundzForChildren con Gegè Telesforo, accompagnato agli strumenti da Domenico Sanna, Dario Deidda e Michele Santoneri: un’eccezionale serata all’insegna del jazz (il calendario completo dei concerti lo potete trovare sull’articolo pubblicato online sul nostro sito: www.provinciagranda.it).  


Scarica l'App Community Smart sul tuo telefono per leggere altre notizie locali come questa.
Redazione
Condividi: