Italia Nostra

Venerdì 17 Gennaio 2020
Le associazioni Italia Nostra, Anapaca, Legambiente Circolo Pinerolo, Made Pinerolo, Viva il Vino ed il team organizzativo di APERInGIRO presentano pubblicamente il progetto "WIVI TERRAZZE ACAJA".
Martedì 21 Gennaio
Salone dei Cavalieri in viale Giolitti 7/9 Pinerolo
PRESENTAZIONE, nell’ ambito del Bilancio Partecipativo, del PROGETTO "WIVI TERRAZZE ACAJA"

Martedi 21 gennaio ore 21 presso il Salone dei Cavalieri in viale Giolitti 7/9 Pinerolo (di fronte alla rotonda del cavallo)


PRESENTAZIONE, nell’ambito del Bilancio Partecipativo, del PROGETTO "WIVI TERRAZZE ACAJA"


Le associazioni Italia Nostra, Anapaca, Legambiente Circolo Pinerolo, Made Pinerolo, Viva il Vino ed il team organizzativo di APERInGIRO) accomunate dalla volontà di riqualificare uno degli spazi pubblici verdi più suggestivi e ricchi di potenzialità di Pinerolo, presentano pubblicamente il progetto WIVI TERRAZZE ACAJA.


La proposta,che ha per oggetto lo spazio, sull’asse di via Principi d’Acaja, ricompreso tra la chiesa di Sant’ Agostino ed il palazzo del Senato, prevede il collegamento degli spazi, oggi divisi, delle diverse terrazze, con un potenziamento degli elementi di arredo urbano, dei punti di illuminazione pubblica e del verde esistente. Si prevede inoltre di dare una vocazione a ciascuna delle terrazze: culturale con apertura al pubblico del giardino adiacente il palazzo del Senato; luogo per manifestazioni anche enogastronomiche per la terrazza intermedia, dotandola dei sotto servizi (acqua e luce) necessari; luogo di ritrovo ed aggregazione per la terrazza bassa, con il valore aggiunto dei benefici che l’implementazione del verde urbano potrà apportare a chi frequenterà ciascuna di esse, indipendentemente dalle specifiche finalità.


Sarà cosi restituito alla cittadinanza uno spazio pubblico fruibile da chiunque, senza alcuna distinzione, la cui riqualificazione si fonda sui concetti di equilibrio e sinergia tra il miglioramento della qualità ambientale ed il benessere e la salute delle persone.


Prima di depositare il progetto presso gli uffici comunali, entro il termine stabilito del 31 gennaio per la partecipazione al bando del Bilancio partecipativo, le associazioni proponenti intendono confrontarsi con la cittadinanza con l’obiettivo di assumere i suggerimenti e le proposte che potranno emergere nel corso della serata, con il valore aggiunto dei benefici che l’implementazione del verde urbano potrà apportare a chi frequenterà ciascuna di esse, indipendentemente dalle specifiche finalità.


Vi siamo grati della Vostra partecipazione. 



Scarica l'App Community Smart sul tuo telefono per leggere altre notizie locali come questa.
Italia Nostra
Condividi: