Corriere di Savigliano

Sabato 21 Aprile 2018
Anche la Fondazione Crs entra nel dibattito sul futuro di Savigliano
«Con risorse scarse giusto progettare»
«Con risorse scarse giusto progettare»

La Fondazione CRS è da sempre sensibile ed attenta ai dibattiti che si sviluppano sul territorio, in particolare quando questi riguardano gli scenari futuri che si prospettano per i suoi abitanti. All’appello lanciato dall’Associazione Commercianti di Savigliano intendiamo rispondere positivamente, proprio a partire dall’esperienza che accompagnò la preparazione del Piano Programmatico Pluriennale 2017-2018, attraverso un’indagine conoscitiva affidata all’impresa sociale Cultura dal Basso, per delineare le istanze chiave caratterizzanti le organizzazioni del territorio (Associazioni, Consulte, Scuole…) appartenenti ai settori tradizionali del nostro intervento. La vasta operazione di ascolto e confronto sottolineò un cambio culturale, a favore dell’avvio di un processo di alleanze sinergiche e di una progettazione partecipata. L’utilità di una programmazione di medio e lungo termine dei progetti che ci vengono presentati diventa evidente tanto più quando le risorse per le erogazioni si riducono e si devono fare scelte di priorità, pur continuando a riconoscere le urgenze e la validità anche di iniziative di più breve respiro.

Della proposta pervenuta condividiamo pertanto il metodo di porre a confronto le molte anime della città, con il dichiarato intento da parte di una categoria produttiva specifica di mettersi a disposizione per il raggiungimento di un bene collettivo, che travalichi gli steccati degli interessi di parte.

Il dibattito sulla città che vorremmo sempre migliore è una scommessa a cui auguriamo successo, perché è insieme avvio e precondizione di una progettazione partecipata offerta alle Istituzioni, capace di assumere la complessità e le difficoltà del tempo presente, prefigurando attivamente e consapevolmente il futuro.


Sergio Soave - presidente Fondazione Crs


Redazione
Condividi: