Informagiovani

Martedì 19 Giugno 2018
Uno sguardo sul Portale Piemonte Giovani - www.piemontegiovani.it - dalla sezione Lavoro, che cosa è la Partita Iva.
LA PARTITA IVA
LA PARTITA IVA

La partita Iva è un codice attribuito dal Ministero delle Finanze, identificativo di ogni attività imprenditoriale: coincide con il codice fiscale dell’attività stessa. È rilasciata dall’Agenzia delle Entrate al momento in cui si apre una posizione Iva. È composta da 11 numeri: i primi sette identificano il contribuente, i successivi tre identificano il codice dell’Ufficio delle Entrate, mentre l’ultimo è un codice di controllo per verificare le cifre precedenti. È un codice che identifica l’apertura di un’attività e non cambia, fino a quando la stessa attività non chiude.

Aprire una partita Iva è una delle prime cose da fare se vuoi iniziare un’attività professionale, commerciale, artigiana o industriale, come ditta individuale o lavoratore autonomo. L’apertura della partita Iva è gratuita.

Per approfondire vai sul sito dell’Agenzia delle Entrate, alle sezioni:


A chi si rivolge

La partita Iva, come dice il nome, riguarda l’Iva, cioè l’Imposta sul valore aggiunto che si applica su tutte le cessioni di beni (vendita di prodotti) e le prestazioni di servizi fatte in Italia nell’ambito di un’attività di impresa, nell’esercizio di arti e professioni e sulle importazioni.

È tenuto ad aprire una partita Iva chi esercita in modo abituale, organizzato e continuativo una qualsiasi attività di impresa, cioè:

  • Lavoratori autonomi, cioè professionisti e consulenti che esercitano la professione ed emettono fattura per i lavori svolti. I professionisti con partita Iva sono quei lavoratori indipendenti che, pur in possesso di una partita Iva, non sono iscritti al Registro Imprese delle Camere di Commercio e non costituiscono quindi, a fini fiscali, un'impresa vera e propria
  • Imprenditori individuali, come artigiani, o commercianti, tenuti a iscriversi al Registro delle Imprese della Camera di Commercio. L’imprenditore che possiede una ditta individuale non ha soci, ma può avere dei dipendenti come una qualsiasi azienda
  • Società di persone o di capitali

Se tu crei e vendi oggetti di decoupage per hobby, o come attività nel tempo libero, non si può parlare di professione perché questa tua attività non è ‘abituale’: il tuo hobby diventa un’attività commerciale solo se viene esercitato in modo abituale e non occasionale. Se la tua attività è saltuaria, non sei obbligato ad aprire la partita IVA. L’unico obbligo che hai è di dichiarare i tuoi redditi nell’apposito modello. L’attività è da considerarsi occasionale se:

  1. La prestazione ha durata inferiore a 30 giorni
  2. L’importo annuo massimo derivante dall’attività non supera i 7.000 euro.


Per saperne di più vai alla scheda informativa http://www.piemontegiovani.it/web/schede/partita-iva


Scarica l'App Community Smart sul tuo telefono per leggere altre notizie locali come questa.
Ig Savigliano
Condividi: