Corriere di Savigliano

Martedì 17 Dicembre 2019
Dopo lunghi anni di studio, a breve partiranno i lavori all’interno della parrocchia di San Pietro
In chiesa tornerà un solo altare
In chiesa tornerà un solo altare

SAVIGLIANO - Dopo anni di studi e calcoli, iniziati quando il compianto don Cesare era ancora in vita, il progetto per l’adeguamento dell’altare della chiesa di San Pietro è prossimo al concretizzarsi. Una chiesa che, anomalia tutta saviglianese, ha finora ospitato due altari: quello originale, posto più indietro, e quello “sperimentale” in legno, che l’allora parroco decise di posizionare più a ridosso dell’assemblea, così come suggerito dal Concilio Vaticano per coinvolgere i fedeli. Un’anomalia che, come spiegano i sacerdoti saviglianesi in un bollettino interamente dedicato all’argomento, verrà presto “sanata” con la collocazione di un nuovo altare e di un nuovo ambone (da dove si leggono i testi sacri). «Tutti questi anni di sperimentazione - spiega don Paolo Perolini - ci hanno confermato la bontà dell’intuizione di don Cesare, ma è ora venuto il momento di dare una forma corretta e definitiva all’altare, all’ambone (dove si legge il Vangelo) e alla sede (dove si siede il celebrante). Dobbiamo eliminare la grave anomalia che vede tuttora presenti due altari, uno dietro l’altro: è assolutamente necessario che nelle chiese cristiane l’altare sia unico, proprio perché rappresenta il centro che per noi è Cristo». 


Scarica l'App Community Smart sul tuo telefono per leggere altre notizie locali come questa.
Andrea Giaccardi
Condividi: